Your search results

Prorogata l’agevolazione sull’iva per classe A e B

Postato da Maurizio Toia il 15 marzo 2017
| 0

Finalmente è ufficiale, è stata prorogata la possibilità di recuperare il 50% dell’iva pagata sull’acquisto di un immobile di nuova costruzione.

L’agevolazione era stata introdotta con la finanziaria 2016 (legge n. 208 del 2015, articolo 1, comma 56) ed aveva scadenza al 31/12/2016

La legge di conversione del “decreto milleproroghe” (LEGGE 27 febbraio 2017, n. 19) ha rinnovato questa agevolazione fino al 31/12/2017.

In cosa consiste l’agevolazione?

Piccolo preambolo (molto semplificato): chi acquista un nuovo immobile abitativo da un’impresa costruttrice è soggetto al pagamento dell’IVA con aliquota 4% se prima casa, 10% se non prima casa, chi invece acquista da un privato è soggetto al pagamento dell’imposta di registro al 2% se prima casa, del 9% se non prima casa. L’IVA viene calcolata sul prezzo di vendita, l’imposta di registro può venire calcolata sul valore catastale che di solito è molto più basso. L’intento dell’agevolazione è ridurre la differenza di esborso tra l’acquisto da impresa e l’acquisto da privato.

Grazie a questa agevolazione, fino al 31/12/2017, chi acquista un immobile dall’impresa costruttrice ed è soggetto al pagamento dell’iva, gode di uno credito fiscale pari al 50% dell’iva pagata. Questo credito viene recuperato detraendolo dall’IRPEF lorda in 10 rate annuali. L’agevolazione riguarda tutti gli acquisti di immobili nuovi (sia prima casa che no) purché la destinazione sia residenziale, la classe energetica sia A o B e purché il rogito di acquisto si stipuli entro il 31/12/2017.

Rientrano nell’agevolazione anche i pagamenti effettuati a partire dal 01/01/2016.

Esempio: acquisto una villetta a € 300.000,00 oltre iva (tipicamente il 4% come prima casa). Tra acconti e saldo al rogito pagherò all’impresa € 300.000,00 (costo della casa) + € 12.000,00 (IVA) = 312.000,00. Il 50% di 12.000,00 e cioè € 6.000,00 saranno detratti dalla mia irpef nella ragione di € 600,00 all’anno per 10 anni.

La cosa interessante è che questa agevolazione fa cumulo con le altre agevolazioni che riguardano la casa. Ad esempio il recupero del 50% sul costo di costruzione del box, il recupero del 50% per la ristrutturazione, il 65% per il risparmio energetico.

 

Maurizio Toia

m.toia@evo-casa.it

Commenta l'articolo

La tua mail non verrà pubblicata