Your search results

10 Consigli per abbellire giardini e balconi anche in inverno

Postato da Aurora Valli il 8 novembre 2018
| 0

Siamo già a Novembre: un mese che molti potrebbero considerare malinconico per via delle sue giornate grigie e delle temperature sempre più fredde, mentre altri si immergono nella bellezza autunnale, tra i paesaggi di foglie gialle e di fiori che ancora ci può offrire questo periodo.
Per poterne apprezzare tutte le sfumature però, in previsione dell’arrivo dell’inverno, è necessario adoperarsi per sistemare e far rivivere il giardino, balcone o terrazzo.

Se non avete il pollice verde o non vi piace proprio il giardinaggio, potreste pensare di affidarvi ad un garden designer. Questa figura professionale è in grado di aiutarvi a progettare il vostro giardino, piuttosto che il balcone, e a prendere le giuste decisioni.
Se, al contrario, siete particolarmente afferrati – o almeno ve la cavate – sul giardinaggio o, perché no, è il vostro hobby preferito potreste mettervi all’opera per creare uno splendido spazio esterno da godervi anche durante la stagione più fredda.

Novembre è il mese in cui la pianta Prunus subhirtella Autmnalis rosea, una stretta parente della pianta del ciliegio, inizia a fiorire. Ebbene sì, quest’albero scambia la primavera con l’autunno e ci regala quindi dei meravigliosi fiori, fino al mese di Febbraio. I più malinconici, se si ha a disposizione il giardino, potrebbero inserirla nello spazio esterno, così da far sembrare che la primavera non sia ancora finita o che è in arrivo molto presto.

Un altro tipo di pianta che ci regala i suoi fiori sia in primavera che in inverno, è il Gelsomino invernale.
Si tratta di un rampicante, quindi una tipologia diversa dalla precedente, che ha bisogno di un supporto per potersi sviluppare. Qui non è obbligatorio avere il giardino: anche sul proprio balcone o terrazzo è possibile installare una struttura che permette a questa pianta di crescere e di abbellire l’ambiente con i suoi piccoli fiori gialli.

Una pianta molto resistente che necessita di poche cure è l’Elleboro, conosciuto anche come la Rosa di Natale. Qualcuno di voi starà pensando: “è la Stella di Natale, non la rosa!”, ma dobbiamo correggervi perché questo fiore è, invece, una meravigliosa e originale alternativa alla solita pianta regalata per questa festività.
Dicevamo che bastano pochi accorgimenti per coltivare questa pianta versatile: un terriccio ben drenato e un’ottima posizione per godere della luce del sole durante la bella stagione.
Preparatevi per la prossima stagione primaverile: non dimenticate, quindi, di piantare questi fiori così che il prossimo inverno il vostro giardino o i vostri vasi traboccheranno e regaleranno un po’ di colore – bianco, rosa e color porpora.

Oltre che giardini e balconi, anche i davanzali di casa a volte necessitano un po’ di colore durante l’inverno: è una delle posizioni perfette per il Ciclamino, visto che non richiede una temperatura molto alta ma anzi prospera intorno ai 18°C. Quindi: bisogna posizionare questi fiori lontano dai termosifoni e in una zona illuminata. Va bene anche la scelta di metterle in vasi, all’esterno visto che è resistente anche ad un clima più freddo ma bisogna prestare attenzione alle gelate!
Che colore vi piace di più? Bianco, rosa pallido o rosa più intenso: ecco le possibili combinazioni.

Per gli incontentabili, è possibile scegliere le Camelie. Questi fiori creano un bellissimo spettacolo, sia per la vista che per l’olfatto, grazie alla moltitudine di colori e di profumi.
Perché diciamo per gli incontentabili? Perché esistono tante varianti di questa pianta: quelle invernali riusciamo a vederle fino a marzo, dopodichè lasciano il posto alle compagne primaverili. Grazie a questo, per il periodo da settembre ad aprile, si può avere sempre un giardino o un balcone fiorito di camelie.
Altra chicca di questi fiori è che di alcune specie si utilizzano i petali profumati per creare degli ottimi tè, perfetti da gustare nella stagione più fredda.

Un altro fiore poi più comune è la Viola.
Viole, violette, viole del pensiero… le tipologie sono – quasi – infinite e ognuna ha differenti colorazioni e sfumature.
Questi fiori, indipendentemente dalla famiglia a cui appartengono, sono resistenti al freddo, al gelo e alle intemperie e per questo possono essere piantate anche all’esterno, sia in autunno che in primavera.
Non preoccupatevi se durante la stagione invernale vi capiterà di vederle un po’ “tristi”: basta prendersene sempre cura e appena le temperature si rialzano, questi fiori torneranno in tutto il loro splendore.
Pronti per creare una composizione di vasi o uno spazio in giardino, in tutti i loro colori?

A chi piace passare del tempo in cucina a preparare pasti e cene, non potrà fare a meno di avere un piccolo orto, che sia nel proprio giardino, sul balcone o addirittura a portata di mano in cucina.
Le piante aromatiche, ad esempio, oltre ad essere indispensabili in cucina hanno anche delle proprietà benefiche e terapeutiche. Sono anche ottime piante ornamentali, quindi non dimenticate di inserirle nel vostro giardino o in vasi per il vostro balcone. Ne citiamo alcune – o forse di più – tra le più comuni: Erba cipollina, Alloro, Rosmarino, Salvia, Timo, Basilico, Origano, Finocchio, Melissa e per concludere Menta.
Diamo allora il via alla coltivazione di queste piante, sia insieme che da sole, sia in versione tradizionale che con soluzioni salvaspazio e originali. L’importante è utilizzare un terreno drenante, che permette di non avere i ristagni d’acqua e un impianto di irrigazione a goccia in modo da annaffiare ogni volta che ce n’è bisogno, così da non rischiare di perdere le proprie piantine.

Fonte: Pinterest

La scelta delle piante per l’inverno da inserire nella progettazione del proprio spazio esterno possiamo dire, quindi, che è vasta.

Voi avete già preparato il vostro giardino o balcone invernale? Se non l’avete ancora fatto, che piante sceglierete?

Commenta l'articolo

La tua mail non verrà pubblicata