Your search results

Come si calcola la superficie di un immobile?

Postato da Maurizio Toia il 23 febbraio 2017
| 2 commenti

Da agenti immobiliari, una delle domande più frequenti che ci sentiamo porre è qualcosa tipo “quanti metri è la casa?”

Sembrerebbe scontato ma rispondere a questa domanda non lo è affatto.

Qual è l’informazione utile per chi ci sta facendo la domanda?

 

–          Avere un’idea della superficie arredabile per capire se ci si possono adattare i mobili?

–          Calcolare un costo approssimativo per ristrutturare l’immobile?

–          Capire qual è il prezzo al mq. per valutare la convenienza della proposta?

–          Fare un paragone con un’altra casa per capire se questa è più grande o più piccola?

–          Oppure, più probabilmente, un mix delle possibilità sopra esposte?

A queste diverse esigenze bisogna rispondere con dati diversi. A chi vuole sapere quanto costerà sostituire la pavimentazione sarebbe utile conoscere la metratura appunto del pavimento (cosiddetta “calpestabile”); chi vuole calcolare il prezzo al mq avrebbe bisogno di conoscere la metratura “commerciale” che tenga conto del pavimento, delle murature e di tutti gli accessori calcolati in quota. Chi vuole fare il paragone con un’altra offerta, infine, ha bisogno di conoscere la metratura che era stata utilizzata dall’agente immobiliare per pubblicizzare quell’offerta.

Purtroppo in Italia non viene utilizzato uno standard uguale per tutti. In alcuni casi viene pubblicata la metratura del perimetro esterno dell’immobile, a volte viene indicata la metratura commerciale, a volte viene pubblicata la metratura totale delle superfici, sommando taverna, abitazione, mansarda. In questo modo, nel caso di una villa, ad esempio, potrete trovare una metratura commerciale di 283 mq. Da qui potete calcolare il prezzo/mq ma non sapete ancora quanto è grande la taverna, ad esempio.

In che modo viene poi ottenuta la superficie commerciale?

In genere si utilizza uno standard di calcolo che prevede la superficie residenziale calcolata al 100%, la cantina al 50%, i terrazzi al 33%, ecc., con dei limiti per calmierare eventuali superfici di accessori molto grandi rispetto alla superficie dell’immobile (ad esempio un appartamento di 50 mq con un terrazzo di 100 mq) e con possibili variazioni secondo il grado di finitura e di usabilità degli accessori.

Nel nostro esempio della villa, quindi

 

Tipo di superficie Mq reali Indice Mq equivalenti
Abitazione 116 mq 100 % 116    mq
Cantina 37 mq 50 % 18,5  mq
Taverna 128 mq 60 % 76,8  mq
Terrazzo 11 mq 33 %    0,33 mq
Mansarda 36 mq 60 % 21,6  mq
Giardino 500 mq     10 % 50      mq
Superficie commerciale 283,23 mq
 

 

Per quello che riguarda il nostro sito www.evo-casa.it, abbiamo optato per una comunicazione, secondo noi, trasparente. Nel pannello “Dati” degli annunci immobiliari, vengono indicate sia la metratura commerciale che la metratura delle singole componenti dell’immobile. In questo modo è possibile avere un’idea della metratura complessiva dell’immobile, utile per confrontarlo con altre offerte, e la metratura delle singole componenti che, unitamente alle piantine, può dare un’idea della vivibilità della soluzione proposta.

Le misure ovviamente sono sempre da considerare approssimative in quanto desunte dalle planimetrie catastali e/o di progetto e potrebbero differire lievemente dalla realtà.

2 thoughts on “Come si calcola la superficie di un immobile?

  • Glauco
    on 27 maggio 2018

    Ma scusi avendo una villetta la scala interna che porta al piano taverna non abitabile devo calcolarla nella metratura o la devo scorporare lo spazio ingombro??

    • on 28 maggio 2018

      Buonasera,
      se vogliamo rifarci alla regola per il calcolo della superficie applicata dal catasto dovremmo calcolare lo spazio occupato dalla scala una sola volta. Esempio, la metratura della casa è 100 mq, la taverna è 100 mq, la scala è 10 mq, possiamo calcolare 100 mq + 90 mq di taverna, scorporata la scala interna.
      Se valutiamo la superficie commerciale, invece, solitamente si calcola il perimetro di ogni piano senza curarsi di togliere le scale.
      Purtroppo, come in molte situazioni relative all’immobiliare, non esiste una risposta univoca ed è sempre meglio comunque valutare il caso specifico. Ad esempio una scala molto grande, magari larga due metri, ha un peso diverso da una scala a chiocciola di 1 metro di diametro.
      Spero di esserle stato di aiuto, se vuole approfondire rimango a disposizione.

Commenta l'articolo

La tua mail non verrà pubblicata