Your search results

Il giusto comfort visivo con l’illuminazione a LED

Postato da Aurora Valli il 23 Novembre 2019
| 0

Qualche settimana fa, abbiamo dedicato un articolo alle diverse tonalità di verde in cucina e abbiamo accennato come far risaltare i colori con l’illuminazione.

L’illuminazione, infatti, svolge un ruolo molto importante, in ogni stanza della propria casa! A seconda della funzionalità che si cerca è necessario scegliere la giusta luce artificiale per riuscire a creare un comfort visivo.

Negli ultimi tempi si è sempre più affermata come fonte luminosa più di moda l’illuminazione a LED. Infatti, grazie alla sua efficienza, lunga durata e capacità di offrire una luminosità che si può gestire in modo autonomo può essere posizionata in tutti gli ambienti di casa con molteplici varianti. La luce può essere quindi bianca, fredda o calda, oppure colorata!

Il LED può essere posizionato in un sistema integrato – le strip led, ad esempio – oppure si trovano in commercio anche le lampadine a LED, nel caso in cui si voglia scegliere un lampadario o un faretto.

Partendo dall’esterno dell’abitazione, nell’ultimo periodo troviamo spesso i LED integrati nella struttura di un fabbricato, anche in modi innovativi, per creare effetti impressionanti e scenografici.

In questo modo è possibile ricalcare l’architettura e i contorni delle nostre case, enfatizzandone alcuni elementi in particolare.

Fonte: Pinterest

Varcando la porta ci si ritrova nell’ingresso. Molto spesso trascurato, andrebbe invece valorizzato in quanto è la prima zona della casa a fare “buona impressione”.

La luce permette di definire l’ambiente e contemporaneamente di illuminare in modo non invasivo.

Ad esempio, per le nicchie a parete, i ribassamenti o per delle semplici pareti lineari, una striscia a led posizionata lungo il profilo superiore – mimetizzando la fonte di luce – permette di valorizzare ed enfatizzare l’ambiente. Inoltre è possibile aggiungere un dettaglio in più posizionandone un’altra nella parte inferiore della parete per un risultato ancora più elegante e luminoso.

Fonte: Pinterest

Per la zona cucina viene spesso utilizzata l’illuminazione di dettaglio puramente funzionale. Si pensi, ad esempio, alle strisce led applicate sotto i pensili: oltre a far risaltare i colori, soprattutto quelli più audaci, permette di ottenere una zona lavoro molto luminosa e pratica. Potrete scegliere una luce calda con un’intensità bassa per un risultato più soffuso oppure una luce fredda e bianca per un ambiente più moderno e chiaro.

Alle strisce led, si possono accostare le luci dimmerabili, possibili da regolare in base alla funzione, da posizionare sopra al tavolo da pranzo: ordinate e lineari oppure dinamiche, giocando su diverse forme, colori e altezze ma pur sempre LED in modo da avere un risparmio energetico!

Fonte: Pinterest

Per soggiorni e salotti le scelte sono davvero molteplici, tra faretti e strisce led o lampadari di ogni forma.

Ribassamenti e aperture circolari a soffitto illuminati internamente con strisce a led per avere una luce diffusa nella stanza e valorizzare l’elemento; faretti a Led incassati nel soffitto disposti in modo da riprodurre l’effetto scenografico che più si preferisce; o ancora, per quelli più “tradizionali” la scelta giusta tra i tantissimi lampadari a Led, che distribuiscono in modo uniforme e d’impatto la luce nella stanza.

Anche per i piccoli angoli lettura esistono diversi lampadari e faretti regolabili che permettono di creare il giusto comfort visivo ed essenziale per noi stessi.

Fonte: Pinterest

Come detto sopra per gli ingressi, anche per i corridoi e le scale si può predisporre un’illuminazione funzionale utilizzando le strip led o i faretti – a soffitto o a pavimento –, andando a sottolineare dei percorsi, per far prendere vita a disegni e decorazioni.

Nell’esempio delle scale, per quelle tradizionali una striscia a Led lungo lo zoccolino o sui gradini permette di evidenziare il percorso, e renderle “più sicure” soprattutto durante la notte, per quelle a chiocciola un punto luce incassato nel pavimento o all’altezza della pedata, sarebbe da preferire a una lampada fissa sul muro, in quanto dona una luce più omogenea per tutti i gradini e crea un effetto molto affascinante.

Fonte: Pinterest

Nelle camere da letto si predilige spesso una luce più soffusa, magari calda, che sia per l’intera stanza o posizionata sopra al comodino. Esiste la classica abat-jour, le applique da muro o i più moderni lampadari pendenti… qualunque lampada sceglierete, optate per la giusta lampadina a led.

Altrimenti se sono presenti delle nicchie, o semplicemente dietro la testata di un letto, si possono predisporre delle strisce led per un effetto ancora più moderno ed elegante.

Nel caso in cui vi trovate in una mansarda con travi a vista, queste si possono sfruttare per fissare dei faretti orientabili che hanno la funzione di dirigere la luce.

Fonte: Pinterest

Così come per gli altri ambienti, anche in bagno si può sfruttare la luce a LED: le strip led permettono di enfatizzare uno specchio, se posizionate dietro di esso, oltre che a illuminare la stanza. Oppure ancora se si preferisce un lampadario più tradizionale, si possono installare delle lampadine a LED piuttosto che quelle alogene.

Fonte: Pinterest

Avete utilizzato l’illuminazione a LED nella vostra casa? Condividete le vostre esperienze – e le foto – nella sezione Commenti.

Commenta l'articolo

La tua mail non verrà pubblicata

  • Ricerca

  • Calcolatore rata mutuo

  • Reset Password