Your search results

Il giusto stile per la tua scala

Postato da Aurora Valli il 26 Marzo 2020
| 0

Spesso le nostre abitazioni richiedono la realizzazione di scale interne per arrivare in mansarda, nel soppalco o per scendere in cantina.

Come abbiamo precedentemente detto per le porte, anche le scale devono avere il loro stile poiché, oltre a rappresentare una funzionalità importante, sono un elemento fondamentale per la casa.

Una delle scelte da fare per definirne lo stile è quella del parapetto.

Come tutti sapete è un dettaglio necessario per proteggere grandi ma, soprattutto, piccoli e può essere creato in diverse forme e materiali in base a gusti, necessità ed esigenze.

IL “NUOVO CLASSICO” FERRO

Il parapetto in ferro è la scelta più tradizionale. Può donare un effetto “freddo”, ma in realtà permette di apprezzare di più il design della scala e al tempo stesso di far passare più luce. Le forme che si possono creare sono molteplici: linee e spessori minimi per uno stile contemporaneo, strutture più spesse o ancora griglie per uno stile industrial.

IL FASCINO DEL PARAPETTO PIENO

Una scelta più moderna è il parapetto pieno. Per la realizzazione si può optare per diversi materiali: muratura classica, cartongesso, legno o, di nuovo, metallo. Questa soluzione che regala alla scala stessa uno spazio e un vano “dedicato”. E’ possibile poi esaltarla con la giusta illuminazione artificiale: dei led che percorrono il muro laterale, dei faretti lungo i gradini oppure l’installazione di strisce led sui singoli gradini. In questo modo si avrà una doppia protezione, poiché risultano molto utili durante la sera o la notte. In particolari casi, è possibile modificarne anche la forma. Infatti se si ha una scala a chiocciola si potrà realizzare un parapetto a ellisse oppure curvo.

L’ELEGANZA DEL VETRO

Sempre più spesso il vetro diventa il protagonista delle scale all’interno delle abitazioni. Il vetro, grazie alla sua trasparenza, lascia passare la luce rendendo l’ambiente più luminoso e al contempo permette di avere comunque una sicurezza, sia che si scelga di chiudere totalmente il vano scala sia di fermarsi ad un’altezza standard. C’è da tenere presente che per avere un effetto ottimale occorre pulire spesso il vetro ma oggi in commercio esistono anche dei vetri autopulenti, che li rendono di più facile manutenzione.

IL PARAPETTO SOTTILE

Se si vuole un parapetto dal grande impatto estetico, senza perdere luce e visibilità, la scelta potrebbe ricadere su cavi, tubolari metallici o di legno e corde. Questi materiali fungono da filtro donando un effetto “vedo – non vedo”, in base all’intensità che si sceglie, e possono essere fissati al pavimento oppure seguire l’andamento della rampa e arrivare fino al soffitto. E’ possibile creare forme geometriche, oblique o lineari.

IL MINIMAL “ESTREMO”!

La moda vorrebbe la scala interna senza parapetto, quindi estremamente minimal, ma il parapetto è necessario perché ce lo dice la normativa e perché ce lo suggerisce il buon senso. I più temerari però possono decidere di mettere solo il corrimano o addirittura lasciare senza nessuna protezione il fianco della scala che non si appoggia alla parete. Questa scelta può essere fatta per tutta la rampa oppure solo per i primi gradini e poi proseguire con un parapetto tra quelli visti in precedenza.

Commenta l'articolo

La tua mail non verrà pubblicata

  • Ricerca

  • Calcolatore rata mutuo

  • Reset Password